Holiday in Sudan, questo il nome dato all’evento mil-sim che Si è svolto in provincia di Catanzaro presso un ex complesso sanitario, lo scorso 21 Aprile.

Come ogni mil sim, oltre all’aspetto tecnico, hanno contato l’aspetto tattico e l’immedesimazione nei ruoli. Era consentito solo l’utilizzo di caricatori mono filari, con divieto di sacche, ma con la disponibilità di un proprio arsenale in area verde. Gli abitanti dei quartieri ed i miliziani assumevano atteggiamento ostile contro chiunque fosse armato e/o in indumenti militari, mentre si mostravano moderati con civili, turisti e giornalisti.
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=mTdheTgsirw]
La missione prevedeva già dall’inizio una serie di input giornalistici affinché le operazioni potessero essere svolte in low profile, ma di seguito vi riportiamo parte del book:

La Storia:           

a causa delle recenti rivolte nella primavera araba , i gruppi rivoluzionari fondamentalisti hanno intrapreso azione violente nei confronti di occidentali. Si è appreso che nella periferia occidentale della capitale, nel villaggio di Alijammalab, dove ha sede uno dei consolati americani, un gruppo di rivoluzionari sta programmando una serie di attentati contro il console americano Jeffrey.

Dopo gli attacchi di Bengasi la sede diplomatica era stata rafforzata dal supporto di alcuni marines che stanno ancora oggi presidiando la struttura.
Le forze rivoluzionarie sono comandate da un ingegnere nucleare che coopera da anni con stati definiti “minaccia”, il nome è “Rachid”.

I ribelli che fanno capo alle forze di Rachid si fanno chiamare “Fronte Liberatore Sudanese” (FLS).


Contro il FLS si sono sempre schierati gli intellettuali nativi che ora sono segregati nel loro quartiere perché vittime delle violenze dei ribelli.
Gli intellettuali sono ovviamente meno violenti verso gli americani, ma lo scontro con il FLS pare ormai inevitabile… <<e se qualcuno, anche gli states, dovrebbe mettersi in mezzo, sarà vittima anch’esso>> Queste le parole del leader degli intellettuali.

L’onu ha stimato che nel 2012 la popolazione totale di quel villaggio si rapportava a qualche nucleo familiare, tecnici che venivano per lavoro, operatori turistici e qualche magnate russo in cerca di fortuna; ormai trovare un civile disarmato in questa cittadina sarà scarsamente improbabile.
Il comando americano ha evidenziato la città in aree verdi quelle amiche e aree rosse quelle ostili ed arancio quelle non classificate;;

Dopo l’attacco all’ambasciata tedesca, il governo americano, ritiene che è necessario evacuare il personale del consolato. Le diatribe tra movimenti politici e governo non ci renderanno facili le operazioni in quanto non abbiamo analisti in grado di fornirci accurate informazioni. La missione dovrà essere sviluppata sul campo man mano che acquisite informazioni.

mapp_web

La Missione:

OBIETTIVI PRIMARI:

A) EVACUAZIONE PERSONALE

Intorno l’ambasciata americana e contro di essa ormai sono frequenti gli scontri. La stessa struttura è difesa ormai da giorni da un plotone di marines inviati dalla base e ad oggi sono isolati. Dovrete riuscire ad arrivare all’ambasciata, contattare l’operatore RTF dei marines e prendere in consegna l’ambasciatore; esfiltratelo portandolo in hotel.
B) CATTURA di RACHID

Non abbiamo altre foto se non quella in alto, ma dal Hotel comunque potrete documentare nello specifico il profilo di Rachid durante la ricognizione che farete all’incontro che avrà con il politico (Acquisizione 1).  Il  loft di Rachid e’ stato sgomberato ed ora i suoi alloggi sono nel Gaza Palace, Livello -1 (ingresso lato nord).
si sposta da lì raramente per frequentare lo spaccio o la bidonville. E’ difeso da due squadre di miliziani, ma complessivamente può contare nel supporto di un’intera compagnia. Catturate Rachid VIVO e consegnatelo ad un nostro Agente che vi aspetterà nei sotterranei del Gaza Palace (Livello -2) area caldaie.

C) ELIMINAZIONE DEL CANDIDATO FLS

Ogni quartiere avrà il suo candidato per lista, ed ogni lista il suo presidente per il consiglio del collegio. Al mattino quest’ultimo, dovrà incontrare Rachid e siamo certi che questo incontro avverrà nel QG del leader. Acquisirete lì la certezza della sua identità. Tenete presente che Rachid ha dispiegato tutti i suoi uomini in difesa dei suoi candidati. Riuscirete a localizzare la sua sede attraverso i manifesti di propaganda che troverete affissi.

D) RICERCA del NIPOTE DEL CONSOLE – PETER FRANK JEFFREY

Di seguito l’identikit del ragazzo disperso da giorni, cercatelo dove ritenete più opportuno ed accertatevi delle sue condizioni ed una eventuale esfiltrazione. Ci può essere utile la documentazione del ritrovamento.

Di seguito un documento del dipartimento

sand

Acquisizioni PRIORITARIE:

  1. Dalle finestre del Hotel acquisire l’identità del candidato FLS che al mattino dovrà incontrarsi con Rachid.
  2. Nel quartiere delle case chiuse cercare, estorcere e trafugare informazioni sulla residenza del candidato, solito a frequentare prostitute.